11 benefici degli Omega 3. Cosa sono e a cosa servono gli Omega 3

benefici omega 3 cosa sono e cosa servono omega 3

Tutti hanno sentito parlare di Omega 3, ma pochi sanno quali sono i benefici e perché fanno bene. Leggendo questo articolo avrai le idee molto più chiare e troverai spunti utili per migliorare le tue ricette e le tue abitudini alimentari.

Per prima cosa,

Cosa significa Omega 3

Gli Omega-3 sono acidi grassi polinsaturi.  Il nostro corpo non può produrre da solo gli Omega 3, ma devono essere assunti attraverso la nutrizione. Per questo motivo, sono classificati come acidi grassi essenziali.

Il numero 3 si riferisce alla loro composizione, in quanto contengono più di un doppio legame nella loro struttura chimica.

Nello specifico ci sono 3 principali tipi di Omega-3:

  1. EPA (acido eicosapentaenoico)
  2. DHA (acido docosaesaenoico)
  3. ALA (acido alfa-linolenico)

Li vedremo dopo nello specifico per capire meglio cosa fanno e in quali alimenti si trovano.

Perché assumere Omega 3?

Gli acidi grassi omega-3 sono “grassi buoni” che aiutano a ridurre il rischio di malattie cardiache, depressione, demenza e artrite. Il tuo corpo non può produrli, ecco perché devi mangiarli e assumerli attraverso la nutrizione.

Omega 3 a cosa servono

Gli Omega-3 servono al tuo corpo perché fanno bene alla salute fisica e celebrale. Tra i più importanti benefici dell’omega-3 troviamo moglioramenti della salute del cuore, la prevenzione o il miglioramento dei sintomi della malattia mentale o del declino del cervello, la riduzione dell’infiammazione dell’organismo e la riduzione del rischio di malattie autoimmuni e cancro.

Se ne vuoi sapere di più e ti stai ancora domandando se gli acidi grassi omega 3 servono veramente, allora ti consiglio di leggere il seguente paragrafo in cui capirai meglio cosa fanno gli omega 3 e soprattutto come agiscono gli omega 3.

Ecco ben 11 motivi che ti confermano che gli Omega 3 fanno bene:

  1. Gli Omega 3 fanno bene al cuore

Gli omega 3 influiscono positivamente sui fattori di rischio associati alle malattie cardiache che, insieme con l’ictus, sono le principali cause di morte in tutto il mondo.

Alcuni studi riconoscono che l’assunzione di omega-3 è generalmente consigliata per le persone con  trigliceridi alti, per regolamentare il livelli di colesterolo e per abbassare la pressione alta.

La cosa più importante è che gli Omega 3 agiscono per prevenire l’accumulo di placca responsabile dell’indurimento e della restrizione delle arterie.

Diversi studi hanno rilevato che l’integrazione di omega-3 migliora i sintomi della sindrome metabolica e può aiutare a proteggerti dalle malattie correlate. Per sintomi della sindrome metabolica si fa riferimento a glicemia alta, alti livelli di trigliceridi, pressione alta e colesterolo HDL basso.

  1. Benefici degli Omega 3 contro i disturbi mentali e il declino cognitivo

Depressione e ansia sono alcuni dei problemi più diffusi al mondo oggi, e non sempre i rimedi convenzionali sono efficaci.

Diversi studi hanno riscontrato dei miglioramenti della salute di persone che soffrivano di sintomi di depressione  e/o  ansia. I risultati confermavano che gli acidi grassi omega-3 sono efficaci nella lotta contro i sintomi della depressione.

ADHD (Disturbo da deficit di attenzione e iperattività): studi confermano che gli acidi grassi omega-3 sembrano ridurre gli effetti di tali disturbi.

Addirittura sono stati notati effetti positivi anche su persone affette da Schizofrenia (in particolare nelle prime fasi della malattia), disturbo bipolare (stabilizzando l’umore), declino mentale di Alzheimer e età (rallentando il declino cognitivo).

  1. Gli Omega 3 riducono l’infiammazione dell’organismo.

L’infiammazione è alla base della maggior parte delle malattie ed è correlata allo sviluppo di quasi tutte le principali malattie.

Gli Omega 3 agiscono come antinfiammatorio in quanto aiutano a ridurre l’infiammazione complessiva dell’organismo.

  1. Benefici Omega 3 per la prevenzione e gestione delle malattie autoimmuni

La malattia autoimmune è una particolare patologia caratterizzata dal fatto che il sistema immunitario attacca le cellule sane, scambiandole per intrusi stranieri.

Tra le malattie autoimmuni troviamo il diabete, il lupus, l’artrite reumatoide, la colite ulcerosa, la sclerosi multipla, la sindrome dell’intestino permeabile e molti altri.

Diversi studi hanno trovato collegamenti tra una regolare assunzione di omega-3 e un ridotto rischio di malattie autoimmuni o un miglioramento dei sintomi.

  1. Omega 3 e minori rischi di cancro

Sembra impossibile ma alcuni studi epidemiologici hanno riscontrato che elevati livelli di acidi grassi omega-3 possono essere associati a un rischio ridotto di alcuni tumori.

Gli acidi grassi omega-3 agiscono per rallentare o invertire la crescita dei tumori ormonali, cioè le cellule della prostata e del cancro al seno.

  1. Importanza Omega 3 per ossa e articolazioni sane

L’osteoporosi colpisce centinaia di milioni di persone in tutto il mondo e che causa fratture osteoporotiche. Lo conferma una statistica mondiale che stima una frattura ogni tre secondi.  Particolarmente sensibili sono ovviamente le persone anziane.

La ricerca scientifica ha confermato che gli acidi grassi essenziali, compresi gli omega-3, sono in grado di aumentare la quantità di calcio assorbita dall’intestino (in parte aumentando l’ effetto della vitamina D ) e migliorare la forza delle tue ossa e la sintesi del collagene osseo .

Gli Omega 3 fanno bene anche a chi soffre di artrite in quanto, riducendo l’infiammazione complessiva dell’organismo, riducono anche l’infiammazione che causa l’ossotipico e il dolore alle articolazioni sperimentato nella malattia.

  1. Omega 3 per dormire meglio e migliorare la qualità del sonno

Dormire male significa vivere male. Dormire bene significa permettere al tuo corpo di combattere le malattie svolgere serenamente processi naturali come la digestione, equilibrio ormonale, salute cognitiva, etc.

Studi dimostrano una correlazione tra le persone che assumono Omega 3 regolarmente e la loro qualità del sonno.

Specialmente nei bambini che manifestano problemi con il sonno e negli adulti, in particolare a quelli affetti da apnea ostruttiva del sonno.

Ma perché gli omega 3 fanno bene al sonno? Una ragione per cui gli omega 3 fanno dormire meglio potrebbe essere che gli omega-3 sono legati a livelli più bassi di melatonina, l’ormone parzialmente responsabile dell’aiutare ad addormentarti.

  1. Benefici degli Omega 3 per lo sviluppo infantile e la crescita

L’infanzia e l’adolescenza sono i periodi più belli, ma soprattutto più importanti per la crescita.

Gli omega 3 sono fondamentali per lo sviluppo di neonati e bambini, in particolar modo per lo sviluppo di cervello e occhi.

Studi dimostrano migliori risultati in termini di elaborazione mentale, psicomotricità, coordinazione occhio-mano e test di elaborazione auditiva, oltre ad un abbassamento del rischio di ADHD.

  1. Omega 3 contro i dolori mestruali

Una ricerca mostra che l’integrazione con omega-3 influenza in modo significativo i sintomi mestruali, rendendoli più miti.

  1. Gli Omega 3 fanno bene agli occhi

Studi affermano che acidi grassi polinsaturi a lunga catena DHA ed EPA sono molto importanti per la salute della retina e possono aiutare a proteggere gli occhi dalle malattie.

Gli omega 3 agiscono positivamente sugli occhi in quanto riducono i rischi di degenerazione maculare legata  all’età, che è una delle principali cause di cecità in coloro che hanno più di 60 anni.

  1. Gli omega 3 fanno bene alla pelle e rallentano l’invecchiamento.

Gli acidi grassi essenziali Omega 3 aiutano la pelle a rimanere bella dall’interno verso l’esterno, infatti prevengono l’acne e le infiammazioni correlate.


 

Sapevi che puoi trovare gli Omega 3 anche nella mozzarella di bufala? Si tratta di Bianco Cuore, la prima Mozzarella di Bufala con Omega 3.

Molti si lamentano del retrogusto degli Omega 3, ma con bianco cuore puoi assumere Omega 3 per gusto.

Scopri di più su questo alimento funzionale ricco di Omega 3.

Per saperne di più clicca qui => Bianco Cuore Mozzarella con Omega 3


 

Se hai letto questo articolo fino a questo punto, saprai sicuramente cosa sono gli omega 3, ma soprattutto avrai capito che gli Omega 3 fanno bene, anzi è di fondamentale importanza integrarli nella propria dieta.

Il classico consiglio che viene dato è di mangiare pesce grasso 2 volte a settimana, però devi sapere che ci sono molti alimenti che contengono Omega 3 e puoi organizzare una buona dieta settimanale senza rinunciare al gusto.

Alla fine di questo articolo troverai una lista di tutti gli alimenti con Omega 3.

benefici omega 3 cosa sono e cosa servono omega 3

Nel frattempo, dovresti saperne di più sulla quantità di Omega 3 da assumere e del rapporto tra Omega 3 e Omega 6.

Quanti Omega 3 prendere al giorno

Se ti stai chiedendo qual’è il fabbisogno giornaliero, il dosaggio degli omega 3, oppure

come bilanciare Omega 3 e Omega 6? Devi sapere che il nostro corpo non produce omega 3 ma li ottiene attraverso la nutrizione. Uno studio statunitense ritiene che un adulto dovrebbe assumere tra i 250 e i 500 milligrammi di Omega 3 al giorno, specialmente EPA e DHA.

la domanda sorge spontanea…

Ma come faccio a misurare la quantità di Omega 3 che assumo? Se mangi pesce (che contiene Omega 3) almeno 2 volte a settimana, avrai soddisfatto il tuo fabbisogno settimanale.

Se non mangi pesce troppo spesso, o se non sei sicuro della qualità e provenienza, alla fine di questo articolo troverai una lista di tutti gli alimenti che li contengono, così potrai pianificare la tua dieta senza rinunciare al gusto.

Rapporto Omega 3 e Omega 6

E’ importante capire che il nostro corpo per funzionare correttamente e prevenire le malattie ha bisogno sia di Omega 3 che di  omega-6.

Ma qual’è il giusto rapporto tra Omega 3 e Omega 6? Studi statunitensi affermano che negli adulti, per mantenere l’infiammazione bassa, un buon rapporto tra Omega 6 e Omega 3 è di 4 a 1. Le diete moderne, specialmente quelle occidentali, hanno rapporti di 20: 1 o addirittura 30: 1 tra acidi grassi omega-6 a omega-3.

Acidi grassi Omega 3: quali sono?

I 3 principali tipi di Omega-3 sono EPA, DHA e ALA.

Vediamoli nel dettaglio:

  1. Omega 3 EPA (acido eicosapentaenoico)

L’EPA è un acido grasso omega-3 a 20 atomi di carbonio. Si trova principalmente nei pesci grassi, nei frutti di mare e nell’olio di pesce.

Questo acido grasso determina importanti benefici, infatti fa bene al cervello e riduce l’infiammazione complessiva dell’organismo;

  1. Omega 3 DHA (acido docosaesaenoico)

Il DHA è un acido grasso omega-3 a 22 atomi di carbonio. Si trova principalmente nei pesci grassi, frutti di mare, oli di pesce e alghe.

Il DHA è molto importante durante la gravidanza e l’allattamento. È un componente strutturale fondamentale nelle membrane cellulari, in particolare nelle cellule nervose del cervello e degli occhi;

  1. Omega 3 ALA (acido alfa-linolenico)

L’ALA è un acido grasso omega-3 a 18 atomi di carbonio. Si trova in alimenti vegetali ad alto contenuto di grassi, in particolare verdure a foglia verde, semi di lino , semi di chia e oli di colza, noci e soia.

E’ uno degli omega-3 più integrati nelle diete. L’ALA è noto come omega-3 a catena corta, il che significa che il tuo corpo deve convertirlo in EPA e DHA a catena più lunga per sintetizzarlo.

Q&A: Domande e risposte sugli Omega 3

Molti si chiedono:

Dopo quanto tempo fanno effetto gli Omega 3? Per avere degli effetti concreti un adulto dovrebbe assumere, per circa 8-12 settimane , tra i 2000 a 3000 mg a settimana, in particolare Omega 3 EPA e DHA combinati.

Resta il fatto che: chi si pone questa domanda commette un errore, lo scopo non è sentire gli effetti degli omega 3 il prima possibile, ma integrare gli omega 3 nella propria dieta e assumerli regolarmente da oggi in avanti per 2 proritarie ragioni:

– ridurre il livello di infiammazione dell’organismo;

– ridurre i rischi di malattia. 

Il consiglio più importante che ti posso dare è di migliorare la tua spesa e mofidicare in meglio le tue ricette con alimenti che contengono omega 3.

L’omega3 causa l’insonnia? L’assunzione di dosi di Omega 3 moderate potrebbe migliorare la qualità del sonno. Alcuni studi effettuati affermano che l’assunzione giornaliera di acidi grassi omega-3 per 16 settimane contribuisce a migliorare la qualità del sonno.

cosa succede se ho livelli bassi di omega 3? Uno studio del centro medico dell’Università del Maryland afferma che bassi livelli di Omega 3, oppure un  rapporto sbilanciato tra Omega 3 e omega 6, contribuiscono ad un peggioramento dell’infiammazione nel tempo, oltre ad accentuare sintomi come l’affaticamento, la scarsa memoria, la pelle secca , problemi cardiaci, sbalzi d’umore o depressione e la cattiva circolazione.

Quando assumere omega 3 mattina o sera? La cosa più importante è assumere regolarmente sufficienti dosi di Omega 3 che negli adulti sono tra i 2000 a 3000 mg di Omega 3 a settimana.

Omega 3 cosa sono? Gli Omega-3 sono grassi polinsaturi di cui abbiamo bisogno, ma che il nostro corpo non può produrre da solo. Per questo motivo, sono classificati come acidi grassi essenziali.

Gli acidi grassi Omega-3 sono uno specifico tipo di acido grasso polinsaturo. Il numero 3 si riferisce alla loro composizione, in quanto contengono più di un doppio legame nella loro struttura chimica.

Omega 3 per quanto tempo assumerli? Per avere degli effetti concreti un adulto dovrebbe assumere, per circa 8-12 settimane. Gli omega 3 agiscono sul benessere complessivo dell’organismo riducendo il livello di infiammazione generale e quindi i rischi di malattie. 

E’ importante quindi migliorare il modo di fare la spesa e modificare in meglio le tue ricette con alimenti che contengono omega 3.

Se ti è piaciuto questo articolo e credit che si possa star bene seguendo una sana e corretta alimentazione.

Condividi questo articolo con i tuoi amici, specialmente con chi non mangia in modo sano e con chi soffre di disturbi gastrointestinali o del sonno.


Noi di alimentazione sana bio crediamo nei benefici degli Omega 3 e promuoviamo i principi della sana alimentazione.

Seguici anche sulla nostra pagina Facebook per rimanere sempre aggiornato su info e ricette della salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *